English  |  Italiano 

Freedom From Psychiatrists


Droghe chimiche note come psico-farmaci ("farmaco" deriva tra l'altro dalla parola greca "veleno"), prescritte a vittime in tutto il mondo da una industria chimica di morte sono, insieme a molti psichiatri, la prima e molte volte unica causa di malattie mentali. Molti psichiatri sono i veri abusatori violenti, torturatori e persecutori di persone sia completamente sane che con qualche forma di naturale sofferenza psicologica o emotiva, generalmente transitoria.

Gli psico-farmaci sono l'unica classe di medicina che sempre ed in tutti i casi annovera tra i propri principali effetti collaterali gli stessi sintomi e le stesse patologie che si prefigge di "curare" (tra l'altro, a rigore, per il loro principio di funzionamento sono semplicemente un "trattamento" e non una cura definitiva).

I crimini e gli abusi di molti psichiatri vengono illecitamente giustificati mediante logiche auto-referenziali o tesi e teorie dogmatiche (con particolare riferimento ad illecite speculazioni attorno al concetto di "auto-consapevolezza" della vittima), frodi scientifiche legalizzate, speculazioni ed accusazioni arbitrarie (quali, ad esempio, l'estremizzazione malevola di tratti della personalità), lo sfruttamento di tautologie ed altri paradossi logici ingannevoli.

La strumentalizzazione illecita del concetto di auto-consapevolezza da parte di molti psichiatri merita una nota particolare: è come dire ad una vittima innocente "sei colpevole, e se ti dichiari non colpevole, allora questo dimostra automaticamente che sei ancora più colpevole" ! Ovvio che un simile ragionamento non è per niente logico ed anzi è estremamente ingannevole, dogmatico ed autoreferenziale. Un buon esempio a proposito è forse dato dal caso di una indagine o processo giudiziario: il fatto che l'indagato si dichiari "non colpevole" non costituisce e non deve costituire mai una prova della sua colpevolezza (che dovrebbe essere eventualmente dimostrata invece con prove concrete).

A parte probabilmente solo i farmaci utilizzati contro il cancro (per l'ovvio motivo che mirano a distruggere le cellule tumorali), gli psico-farmaci sono tra le sostanze farmacologiche sintentiche più neuro-tossiche e molto spesso più cancerogene reperibili in commercio (si vedano, ad esempio, i molti studi sugli effetti di promozione del cancro della mammella). Inoltre, tali sostanze chimiche sintetiche estremamente tossiche e pericolose causano non di rado anche dipendenza fisica (come per gli oppiacei) e quasi sempre psicologica (come nella cannabis o nel gioco d'azzardo). Infine, tali sostanze sono in grado di causare danni anche permanenti alla plasticità dell'intero sistema neuro-trasmittente ed ai suoi naturali sistemi di auto-regolazione (ad esempio sistemi di neuro-retroazione).

Le statistiche ufficiali sulle principali cause di morte pubblicate dall'Unione Europea confermano in modo molto forte la completa dannosità delle droghe psichiatriche, in quanto la principale causa di morte è il cancro (23%), mentre i disturbi mentali e comportamentali sono causa di solo il 4% dei morti; inoltre per via del fatto che le droghe psichiatriche causano malattie neurologiche, le quali sono responsabili a loro volta di esattamente il 4% di morti, si conferma la loro completa inutilità come trattamento medico. Le statistiche pubblicate dai Centri USA per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie (CDC) sulle principali cause di morte confermano queste conclusioni in modo ancora più forte, mostrando come i disturbi mentali e comportamentali non causano più dell'1.6% di morti. Ogni organizzazione che forzi o anche solo inciti l'uso di droghe psichiatriche è di fatto una organizzazione criminale.

Per i pochi casi in cui non sono presenti effetti cancerogeni noti, come nel caso degli anti-depressivi di ultima generazione, è impossibile per una persona onesta non menzionare il tasso veramente alto di suicidi (mascherati come "reinsorgenza della depressione") conseguenti ai sintomi di astinenza dagli Inibitori Selettivi del Riassorbimento della Serotonina.

Si consideri inoltre che, nella maggior parte dei casi, se la vittima non rifiuta prontamente il trattamento e finisce di assumere tali sostanze chimiche altamente tossiche ed estremamente pericolose, il danno biologico può essere peggiore del danno causato da molte droghe "ricreazionali" illegali quali LSD e MDMA, per la semplice ragione che molti psichiatri, sostenuti dall'industria farmaceutica, proveranno in ogni modo a frodare le loro vittime per fargli assumere droghe psichiatriche costantemente nell'arco delle 24 ore ed indefinitamente al fine di massimizzare i loro profitti illeciti, mentre le droghe ricreazionali in molti casi a cui ho potuto testimoniare durante la mia vita, vengono assunte come esperimento limitato e circoscritto o solo sporadicamente (ad esempio, nelle discoteche) e per un periodo limitato nel tempo (ad esempio, adolescenza). Non a caso la MDMA veniva un tempo anch'essa prescritta come una droga psichiatrica ed è stata poi ritirata dal mercato per la sua tossicità, in un perverso ciclo di vita industriale che viene costantemente seguito, per ovvie ragioni, da molte altre droge psichiatriche: nessuno dovrebbe mai dimenticare che Sigmund Freud era semplicemente un tossicodipendente da cocaina e gran parte della popolarità dei suoi scritti è dovuta al fatto che essi erano basati in parte su un argomenti tabù, specialmente al suo tempo, quali il sesso !

Ed a parte il fatto che Sigmund Freud era semplicemente un tossicodipendente da cocaina, io non credo che gli individui dei tempi moderni in un mondo di circa 200 nazioni e società molto diverse tra di loro abbiano mai esplicitamente richiesto o firmato alcun contratto in cui richiedono di voler vivere conformarndosi alle le norme sociali ed alla cultura dei tempi in cui Sigmund Freud è nato, si è formato ed è cresciuto.

Per essere completamente precisi, se si considera il Manuale Diagnostico e Statistico delle Malattie Mentali (DSM) che è stato creato dalla Associazione Psichiatrica Americana (APA) per i propri fini di effettuare diagnosi psichiatriche ed ancora più precisamente per sostenere certi livelli di crescita dell'industria chimica USA, non vi è alcuna prova che l'intera popolazione mondiale di circa 8 miliardi di persone nate e cresciute di altre circa 200 nazioni e società molto diverse tra di loro voglia, abbia mai voluto, necessiti o possa beneficiare dal conformarsi ad un manuale per "servizi" che non hanno mai esplicitamente richiesto durante la loro vita. Probabilmente neanche tutta la popolazione e società USA vuole, ha mai voluto o potrebbe beneficiare dalla imposizione di una tale dottrina: si veda il caso notevole della Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU).

Cosa ancora più importante è che nessuna diagnosi psichiatrica è stata mai supportata da anomalie in radiografie a raggi X, risonanza magnetica o scansioni ecodoppler, quindi ogni "diagnosi" psichiatrica è completamente arbitraria e le sole medicine esistenti per la mente sono il pensiero, il ragionamento, la meditazione, il riposo, l'apprendimento, l'adattamento, il cambiamento e certe volte il prendersi tempo !

Contrariamente a miti ed a bigotteria largamente diffusa, gli stati di sconforto mentali o emotivi non sono necessariamente associati a violenza o crimine e le più potenti ed affidabili metodologie di profilazione criminale e di risoluzione di crimini non sono basate sulla psichiatria, bensì sulla psicologia, la sociologia ed a volte le investigazioni finanziarie (presenza in banca dati protesti, situazione debitoria, stile di vita rispetto alle effettive entrate, etc.).


"Le istituzioni della conoscenza, della lungimiranza e della cura, come la medicina, aiutano anche a sostenere il potere politico. E' anche ovvio, fino allo scandalo, in certi casi legati alla psichiatria." - Michel Foucault


Letture consigliate: "Il mito della malattia mentale" - Thomas S. Szasz, M.D.

Risorse consigliate: Psichiatria: Un Industria di Morte - Documentario di CCDU




Copyright © 2023-2024 FreedomFromPsychiatrists.org. Tutti i diritti sono riservati. Contenuto libero fornito senza garanzie. Utilizzabile solo a proprio rischio e pericolo.